Vic-20: 10 giochi per chi comincia

Ben ritrovati sulle pagine amichevoli ed informali di NonSolo8Bit! Nel primo appuntamento abbiamo fatto una carrellata iniziale sulle capacità grafiche e sonore del Vic-20,  affettuosamente “Vic” (non intendendo il suo solo chip video VIC-I): abbiamo posto l’attenzione su alcune demo grafiche per toccare con mano alcuni dei risultati ottenibili da questo home computer (come già scritto, questo era il suo inquadramento negli anni 80).

Oggi presento qualche gioco per chi desidera iniziare con questo piccolino di casa Commodore, magari per chi ha fresco fresco un vero e proprio nuovo Vic! Del resto, chiunque volesse cimentarsi con i titoli elencati, lo può fare anche senza un Vic in “carne ed ossa”, ricorrendo all’ausilio del versatilissimo emulatore Vice (proprio da qui il nome: “Versatile Commodore Emulator”, ora giunto alla versione 3.0 – il link per scaricarlo l’abbiamo visto parlando di demo grafiche, sempre su queste pagine). Lo scopo è sicuramente quello di divertirsi con giochi che fanno della fantasia il punto di forza, in un mondo colto nella sua essenzialità, spesso particolare e molto colorato.

Premetto naturalmente che, sebbene l’esperienza con Vice sia favolosa (tra l’altro questo emulatore ha ed ha avuto il prezioso contributo di diversi italiani, dallo sviluppo di nuovo codice al debugging, dalla documentazione al reporting delle problematiche…) e con esso si preservi nel tempo una serie di macchine oramai facenti parte del passato, nulla – a mio parere – è comparabile con l’utilizzo di un reale Vic (nemmeno le riedizioni hw, naturalmente valididissime sotto altri punti di vista). Dal feeling dei tasti, caratterizzati poi da un suono inconfondibile e riconoscibile ad occhi chiusi (analogo a quello del fratello maggiore C64), all’utilizzo dei dispositivi fisici come il registratore a nastro o il lettore di floppy disk, tutto ha uno spiccato carattere peculiare. Dunque se volete un’esperienza di Vic “piena”, la strada che conduce all’acquisto di una macchina fisica è quella preferibile. Pensate, poi, che acquistando un Vic-20 (attenzione a quello che scegliete) salverete una macchina – che ha ben 35 anni – dall’oblio. Conservatela con cura!

Torniamo al tema principale dell’incontro. Un primo gruppo di 10 titoli che vi consiglio di provare (non è una classifica di preferenza, ma sono giochi che per un motivo o per l’altro andrebbero provati per assaggiare il gaming su questa piattaforma) è quello riportato di seguito. Questi titoli videoludici sono facilmente reperibili ad esempio acquistandoli tramite Ebay, o li si trova anche per Vice, essendo praticamente tutti abbandonati da parecchio tempo (ricordarsi di impostare la quantità di memoria adatta dal menù: Settings > Vic-20 Settings).

I titoli sono stati suddivisi in due gruppetti: quelli realizzati negli anni 80 e quelli creati più recentemente.

 

Giochi sviluppati negli anni 80:

 

Abductor (1982) – Jeff Minter (Llamasoft) – Vic inespanso

Abductor-animazione

 

Amok (1981) – Roger Merritt (UMI) – Vic inespanso

Amok!

 

Alien Blitz (1981) – Tensor Technology (UMI) – Vic inespanso

alien-blitz-animazione

 

Ape Escape (1982) – Mike Riedel e Gregory Carbonaro (Spectravideo) – Cartuccia (8k)

 

Astro Panic (1985, listato presente nel magazine “Compute! Gazette”) Sean D. Wagle – Vic inespanso

 

Blitz (1981) – Simon Taylor (TaySoft) – Vic inespanso

 

Bonzo (198x) – Kavan (Audiogenic Ltd) – Vic espanso ad 8k

 

Bongo (1984) – Udo Gertz (Kingsoft) – Vic espanso a 16k

bongo-animazione

 

Giochi realizzati in tempi recenti (“post y2k”):

 

Astro Nell (2004) Matt Simmonds (disponibile su supporto a nastro tramite Cronosoft) – Vic inespanso

astro-nell-animazione

 

Pulse (2014) – Sven Michael Klose – Vic inespanso

pulse-animazione

 

Come vedete… vengono tuttora sviluppati giochi nuovi! 🙂

Ricordo, se usate Vice, che è preferibile acquistare un controller usb come ad esempio il già menzionato iBuffalo (è un “simil-NES”, giusto per rendere l’idea) da usare come joystick.

Come già fatto durante lo scorso appuntamento, che è stato dedicato  ad “Amok!”, avremo presumibilmente modo di porre sotto i riflettori anche alcuni tra questi o altri titoli specifici, in un appuntamento loro dedicato, naturalmente anche a valle deall’interesse che emergerà e ad eventuali richieste in tal senso.

 

Ed anche per oggi è tutto: ma, prima di salutarvi… vi auguro buon Vic-gaming!

 

– NonSolo8Bit